Torta alle Viole e Limone per il mio Secondo MTChallenge!

IMG_0272

 

 

 

 

Ci siamo, finalmente riesco a mostrarvi la torta pensata per la 2 sfida, la numero 47, dell’MTChallenge, ammetto che da quando è iniziata questa mia avventura nell’MTC, ogni volta che arriva il 5 del mese sono lì in un misto di preoccupazione/euforia/curiosità pronta a conoscere la nuova sfida…il Pan di Spagna stavolta, non uno qualunque della nonna, no Caris ha scelto il pan di spagna di Massari o quello di Di Carlo, una casetta da niente insomma…

 

 

image

 

 

Ho letto e riletto il post di Caris almeno 5 volte, nonostante sia un’appassionata di pasticceria e segua il Maestro Massari, tanti trucchi su come capire se il pan di spagna fosse cotto o le tecniche per glassare a regola d’arte, non è che le avessi capite alla perfezione, Lei è riuscita a spiegare tutto con una chiarezza che, vi assicuro, in pochi libri troverete.

 

 

IMG_0276

 

 

Ho scelto di Rifare il pan di spagna del Maestro Massari, seguendo il metodo della montata a freddo, che è quello che uso di solito, volevo vedere, seguendo i trucchi e le accortezze se avevo i soliti problemucci, tipo il veder quella bella torta piena e soda, quando hai spento il forno, trasformarsi in una casetta raggrinzita e bruttarella dopo che l’hai tolta, ormai fredda dalla teglia…ora lo so, dovevo levarla subito, e l’impronta del dito per capire lo stato di cottura?!?

Insomma per me è stato illuminante, ed è anche questo che mi piace di questa sfida, il fatto di poter imparare ogni mese qualcosa in più.

 

 

IMG_0283

 

 

Ho deciso di Provare a sviluppare un’idea che mi frullava in testa da un po’, volevo usare le violette in un dolce, creare una torta che fosse un mazzo di fiori, un’esplosione di Primavera.

Come molti di voi sanno, trovare alcuni ingredienti tra queste verdi colline, vedi i fiori eduli, è una mission assolutamente impossibile, non oso neanche pensare alla faccia che potrebbe fare la signora del mercato se chiedessi un mazzetto di fiori, da mettere che so, in una bella insalata, qui gli unici fiori ammessi sono quelli di zucca e solo se hai intenzione di infilarci una bella acciuga e friggere come se non ci fosse un domani!

 

 

IMG_0273

 

 

Ma visto che, se mi fisso su un’idea, allora quella s’ha da fare mi sono armata di vasi terra e semi e i fiori me li sono piantati, con non molto successo ammetto, ma le viole ce l’hanno fatta, e ora si pavoneggiano sul mio balcone (che poi è facile pavoneggiarsi tra salvia e rosmarino, sono l’unica nota colorata che si vede!).

Ed eccomi quindi tra un riposo e l’altro della torta a cogliere ogni violetta che riesco a vedere, le lavo una ad una e le asciugo a testa in giù, tamponandole delicatamente come fossero neonati e poi, una ad una le posiziono sulla torta a ricreare quella macchia di colore che ho sul mio balcone.

 

 

IMG_0281_2

 

 

5.0 from 1 reviews
Torta alle Viole e Limone per il mio Secondo MTChallenge!
 
Tempi di Preparazione
Tempi di Cottura
Tempo
 
Autore:
Ingredienti
  • Per il Pan di Spagna di Massari:
  • 600 g di Uova intere
  • 400 g di Zucchero
  • 3 g Sale
  • ½ Limone grattugiato
  • 300 g di Farina bianca 00 (W 150-170)
  • 100 g di Fecola di Patate
  • 10 gocce di Estratto di Violetta
  • Per la Crema Pasticciera al Limone:
  • 3 Tuorli
  • 2 Bicchieri di Latte
  • 1 Bicchiere di Panna Liquida
  • 3 Cucchiai di Zucchero Semolato
  • 3 Cucchiai di Amido di Mais
  • Succo e Scorza di 1 Limone
  • Per la Glassa Bianca di Montersino:
  • 150 g Panna Liquida
  • 230 g di Cioccolato Bianco
  • 15 g di Sciroppo di Glucosio
  • 5 g di Colla di pesce in fogli
  • 1 Cucchiaino di Latte in Polvere
  • 5 Gocce di Estratto di Violette
  • Per Decorare:
  • Violette ben lavate e asciugate
  • 5g Latte in polvere
Procedimento
  1. Per il Pan di Spagna:
  2. Montare in planetaria con una frusta fine: uova intere, zucchero, sale limone per circa 20 minuti a media velocità (io ho montato a velocità medio/alta), aggiungete poi le gocce dell'estratto di violetta.
  3. Setacciare due volte la farina bianca e la fecola e incorporare delicatamente a pioggia, dal basso verso l'alto, senza smontare la massa.
  4. Mettere in stampi imburrati e leggermente infarinati di 24 cm di Diametro (ne vengono 2 teglie con questa dose) e cuocere a 170°-180° per circa 20-25 minuti per teglie alte 4-4,5 cm, sono cotte quando facendo una leggera pressione con il dito sulla superficie non si lascia traccia, sfornare e lasciar raffreddare su una griglia.
  5. Per la Crema Pasticciera al Microonde:
  6. In una ciotola mettere i tuorli, lo zucchero e l'amido di mais, sbattere per qualche minuto con una frusta.
  7. Aggiungere il latte e la panna e amalgamare con una frusta, aggiungere infine il succo di limone, amalgamare e mettere in microonde alla massima potenza per 1 minuto, riprendere la ciotola dal microonde e mescolare con una frusta, inserire nuovamente nel microonde e cuocere ancora 1 minuto, tirare nuovamente fuori dal microonde e amalgamare con la frusta, procedere così fino a quando la crema non si sarà addensata.
  8. Lasciar raffreddare coprendo con la pellicola direttamente a contatto con la crema.
  9. Per La Glassa:
  10. Tritare il Cioccolato Bianco.
  11. Mettere la Colla di pesce in Ammollo in acqua fredda.
  12. In un pentolino far bollire la panna, il latte in polvere e lo sciroppo di glucosio, togliere dal fuoco e unire il cioccolato bianco a scaglie, l'estratto di violetta e la colla di pesce ammorbidita e strizzata.
  13. Emulsionare con un mixer a immersione e conservare in frigorifero; scaldare in microonde prima di utilizzare
  14. Per il Montaggio:
  15. Tagliare a metà il pan di Spagna ormai Freddo (inserire il coltello e far ruotare la torta in modo da avere un taglio netto e della stessa altezza), farcire uno strato con ¾ della crema, coprire con l'altro strato di pan di spagna e rifinire i bordi con la crema rimasta, mettere in frigo a rassodare.
  16. Mettere la torta su una griglia e colare la glassa (prima ai lati poi al centro), rifinire con una spatola.
  17. Guarnire con Le violette ben lavate e asciugate.
  18. Far riposare in frigorifero almeno 2 ore prima di servire.

 

 

 

IMG_0277

 

 

Con questa Ricetta Partecipo alla Sfida 47 di Aprile dell‘MTChallenge

fotosfida

11 Comments

  • Reply
    alessandra
    30 Aprile 2015 at 9:32

    ti dò un benvenuto tardivo, del quale mi scuso,ma lo scorso mese ero impegnata in un trasloco transoceanico che mi ha fatto saltare tutti gli appuntamenti, anche quello con’mtc, che resta il più gradito, qui sul web. intanto, grazie per l’entusiasmo con cui partecipi: è il nostro migliore feed back, visto che dietro a questo gioco c’è un lavoro enorme, di tante persone preparate e competenti, le cui ricompense sono proprio questi rimandi.
    Torta bellissima-e preparata anche molto bene, con n assemblaggio d’autore che rivela buone conoscenze e grande passione. Purtroppo,in questa nuova casa non ho ancora trasferito i miei libri, ma appena posso ti mando una antica ricetta genovese,sia perle violette candite che per la gelatina di violette: visto il pollice verde, puoi davvero cimentarti in queste preparazioni che hanno il pregio di “conservare” ciò che purtroppo svanisce. E di permetterti di riproporre gli stessi sapori, anche quando lastagione è finita.Complimenti ancora!

    • Reply
      peppersmatter
      30 Aprile 2015 at 15:31

      Alessandra grazie infinite!
      Questo gioco è figliassimo (si può dire? va beh tanto l’ho detto), ho imparato tantissimo e sono solo alla mia seconda ricetta, complimenti per tutto il lavoro, perchè si vede e si capisce l’attenzione che c’è dietro a tutto questo, Grazie!!!
      Sarei felicissima di avere la ricetta per le violette candite e la gelatina, ho provato una volta a candirle ma devo aver fatto qualche errore perchè non hanno retto e ho dovuto buttarle, attendo con ansia allora!

  • Reply
    veronica
    26 Aprile 2015 at 10:05

    tutta la mia ammirazione ed i miei complimenti sono senza parole delicatissima come lo è un fiore di viola quanto è bella ….davvero bellissima

    • Reply
      peppersmatter
      26 Aprile 2015 at 11:15

      Grazie Mille Veronica!!!

  • Reply
    Eres
    25 Aprile 2015 at 15:35

    capisco il misto di emozioni che ti colgono durante l’attesa e ti assicuro che anche dopo tante sfide non si affievoliscono mai 😉
    La tua torta è bella ed elegante nella sua “semplicità”!
    Invidio le tue violette e il tuo pollice (semi? ;D) verde, io sono riuscita a far morire anche un giacinto con un solo sguardo auhauahuahauha!
    Complimenti 🙂
    Eres.

    • Reply
      peppersmatter
      26 Aprile 2015 at 11:14

      Eres Grazie Mille!!!
      In realtà anche il mio pollice non è che sia proprio verdissimo, riesco a coltivare solo cose commestibili, tutto il resto si suicida appena varca la soglia di casa!!

      • Reply
        Eres
        26 Aprile 2015 at 17:17

        auhauhauahhuaau è già qualcosa… 😉

  • Reply
    Paola
    24 Aprile 2015 at 22:28

    È di un’eleganza fantastica questa torta. La semplicità ha sempre una marcia in più *.*

    • Reply
      peppersmatter
      24 Aprile 2015 at 22:36

      Grazie Infinite Paola 😀

  • Reply
    Miro'
    24 Aprile 2015 at 21:17

    La tua torta e’ semplicemente meravigliosa…

    • Reply
      peppersmatter
      24 Aprile 2015 at 22:35

      Grazie mille!!! 😀

    Leave a Reply

    Rate: