Dolci Ricette senza Lattosio

Tarte alle Fragole…Profumo di Primavera

20140306-183303.jpg

Ognuno di noi, che ama spadellare, ha nel cassetto quelle ricette che guardi e riguardi e poi “magari questa la faccio…però forse in questa versione…con questo stampo oppure con questa forma….” insomma quelle ricette che diventano un po’ come un’ossessione!
Io ne ho fin troppe, alcune scoperte per caso, leggiucchiando in internet quà e là, entri per cercare una cosa e ti ritrovi catapultata in un mare di ricette e ingredienti che neanche conoscevi!

Questi sono giorni di scoperte e sperimentazioni nella mia cucina, di ricerca verso un’alimentazione sana, ma sana veramente e senza obbligatoriamente spendere un capitale, di ricerca di buone materie prime da cui partire per costruire le basi e i piatti.

Capita così che una sera, presa dalla voglia di una colazione fresca complice uno splendido cestino di fragole trovato al mercato e quella frolla profumata che aspetta solo di essere vestita, decido di fare finalmente questa tarte, vista mille volte in rete, rimandata per troppo tempo.

Ed eccola la mia Tarte di Frolla alla Violetta e Fragole, semplice, talmente semplice che mi chiedo perchè ho aspettato così tanto a farla, un guscio croccante con un ripieno profumato e morbido, un anticipo di Primavera nella mia cucina…

 

Tarte alle Fragole
Author: Pepper
Prep time:
Cook time:
Total time:
Serves: 8
Ingredients
  • Per La Frolla:
  • 200 g di Farina 00
  • 100 g di Zucchero Semolato
  • 60 ml di Olio di Semi
  • 1 Cucchiaino di Lievito per Dolci
  • Buccia grattugiata di 1/2 Limone
  • 4-5 Gocce di Estratto di Violetta
  • Per Le Farcia:
  • 300 g di Fragole
  • 50 g di Zucchero di Canna Eridania
  • 60 g di Succo di Limone
  • 3 Fogli di Gelatina Paneangeli (circa 6 g)
  • 200 g di Frolla alla Violetta
Instructions
  1. Pulire le fragole e tagliarne la metà a pezzi, l’altra metà lasciata intera servirà più tardi, mettere le fragole a pezzi in una ciotola insieme al limone e lo zucchero e lasciare macerare per circa 2 ore.
  2. Per La Frolla, mettere tutti gli ingredienti in un mixer, o in una ciotola se si impasta a mano, quando il composto somiglierà a terra bagnata trasferirlo sul piano di lavoro e lavorarlo ancora per ottenere un composto liscio e omogeneo, stendere la frolla e rivestite una teglia precedentemente imburrata e infarinata, con i rebbi di una forchetta bucare la frolla, coprirla con carta forno e posizionare sopra la carta dei pesi in ceramica o legumi secchi, cuocere così a 180 °C, in forno preriscaldato, per 30 minuti o fino a quando non sarà dorata, sfornare e lasciarla raffreddare su una gratella.
  3. Mettere la gelatina in ammollo in acqua fredda per circa 10 minuti.
  4. Riprendere le fragole a pezzi e versarle in un pentolino con tutto il loro succo, cuocere per circa 10 minuti, fino a quando le fragole non si saranno ammorbidite e non si otterrà un composto simile ad una confettura ma leggermente più fluido, frullarne metà e aggiungere alla parta frullata la gelatina, precedentemente strizzata, mescolare bene per far in modo che la gelatina che si sciolga completamente senza lasciare grumi.
  5. Tagliare le fragole intere a metà.
  6. In una Ciotola versare la metà del composto non frullato, aggiungere la parte liquida con la gelatina e le fragole tagliate a metà, mescolare con cura e versare nel guscio di frolla, ormai freddo, far riposare un paio di ore in frigorifero.

 

 

20140306-183423.jpg

Giulia Antonini

Foodblogger per caso, la cucina è il mio training autogeno, se sono a dieta? Si ma non praticante.
Sono una SEO Copywriter ed una web contenent creator, in pratica scrivo, fotografo e registro video di cucina, ho lavorato per varie testate food e abbandonato più diete di quante ne abbia cominciate.

Potrebbe anche interessarti...

7 commenti

  1. Ahahah Grazie!
    Io la proverei con le prugne, o qualsiasi altro frutto acidulo 🙂

  2. Oddio, questa mi era sfuggitaaaa!!!! 😀
    Bellaaaaa…
    Con cosa potrei sostituire le fragole… visto che in questo periodo non se ne trovano? 🙂

  3. Grazie a Te Silvia 🙂 🙂

  4. Buona e davvero particolare! Me la segno!

  5. Grazie mille!
    Se riuscissi a trovare delle belle Violette quest’anno ci proveró snche io a candirle, incrocio le dita!
    Gli americani questa torta la fanno con la brisè, ma secondo me un po’ di croccantezza ci stava tutta

  6. Molto interessante la frolla alla violetta. Io nemmeno sapevo ci fosse l’olio edibile. In compenso ho fatto le violette candite che userò a breve, ma sono come decorazione.
    Mi piace molto come hai combinato le fragole, con quel mix di frutta e gelatina. L’effetto cromatico è strepitoso (io adoro il rosso !)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *