Plumcake di Grano Saraceno al Cacao…ed un Cuore

IMG_7756

Sono una donna fortunata, ho ricevuto dalla vita il più bel regalo che poteva farmi…il Dolce Doppio!

Lo so sono smielata ma, 1) Vivo ogni giorno con l’altra Metà del Mio cielo ed è fantastico, 2) oggi posso permettermelo visto che si parla di San Valentino!

IMG_7761

Il Mio Doppio è esattamente quello che si suol dire L’altra metà della Mela, quella che ti completa, che ti sprona, ti incoraggia, ti consola, ti sostiene e…ti cazzia nel caso ci fosse bisogno, e so che ogni tanto ce n’è bisogno.

Grazie a Lui ho imparato a conoscere me stessa, a scoprire passioni, come la cucina, la fotografia che mai avrei pensato mi appartenessero, è al mio fianco sempre, anche quando io stessa non mi starei di fianco…la mattina ad esempio quando sono simpatica come un grizzly a cui hanno appena pestato una zampa e chiacchierona come un pesce muto.

IMG_7755

È Aria per i miei polmoni, Felicità allo stato puro…è la parte migliore di me!

Come potevo quindi non viziarlo con un dolce, ovviamente al cioccolato, da affettare la mattina degli innamorati?
(In realtà lo ha tagliato ieri sera, quando arrampicata sullo sgabello per fotografare gli ho chiesto di aiutarmi a tagliare 😀 sono un rompipallle cronica lo so!)
La Ricetta è una Rivisitazione dei Muffin alla Vaniglia di California Bakery.

IMG_7762

120 g di Burro Morbido
20 g di Olio di Semi
340 g di Zucchero di Canna
2 Uova
1 Cucchiaio di Estratto di Vaniglia
400 g di Farina di Grano Saraceno Molino Rossetto
1 Bustina di Lievito per Dolci Molino Rossetto
300 ml di Latte Tiepido
1/2 Cucchiaino di Sale
3 Cucchiai di Cacao Amaro
1-2 g di Colorante Rosso Liquido (una punta)

IMG_7758

Cominciate accendendo il forno e portatelo a 180 °C

In Una Ciotola lavorate il burro Morbido con lo Zucchero, l’olio e la Vaniglia, quando avrete ottenuto un composto omogeneo aggiungete il primo uovo, amalgamate e aggiungete il secondo, amalgamate ancora e unite anche il sale, mescolate.

In un’altra ciotola setacciate insieme la farina e il lievito.

Aggiungete, alternandoli, la farina e il latte al composta di burro e uova e amalgamate bene il tutto.

Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, prelevatene 1/3 e mettetelo in un’altra ciotola; aggiungete al composto rimasto (quello in maggior quantità) il cacao ed amalgamate, nell’altro aggiungete invece una punta di colore rosso, amalgamate anche questo.

Rivestite una teglia di carta forno e versate l’impasto rosso, aiutandovi con una spatola stendetelo per un’altezza di circa 1 cm, infornate per circa 10/15 minuti.

Nel frattempo imburrate una teglia da Plumcake, rivestite la parte più lunga con la carta forno, in modo da avere due “ali” nei lati lunghi, sarà più facile sformare la torta una volta cotta, versate 1/3 del conposto al cacao sulla base e mettete da parte.

Una volta cotto l’impasto rosso toglietelo dal forno, lasciatelo stiepidire e cominciate a ricavare, con un taglia biscotti, tanti cuori.

IMG_7764

Prendete i cuori, metteteli in fila, uno attaccato all’altro e posizionateli al centro del composto al cacao, affondateli un po’ in modo che rimangano fermi, coprite con la parte restante al cacao e infornate per circa 25/30 minuti o fino a quando, inserendo uno stecchino, non uscirà perfettamente asciutto, lasciate raffreddare, poi togliete la torta dallo stampo…siete pronti per far tagliare la prima fetta al Vostro Amore!

IMG_7761-0

6 Comments

  • Reply
    Natascia
    17 Febbraio 2015 at 16:19

    Ciao Giulia, arrivo in questo splendido plum-cake col cuore, magnifico. Complimenti per il nuovo gruppo di Re-Cake. Sono qui per partecipare, ho appena sfornato la mia torta di mele, nocciole e avena., ora vado a fare le foto e nei prossimi giorni il post! A prestissimo!

    • Reply
      peppersmatter
      17 Febbraio 2015 at 17:09

      Ciao Natascia!
      Benvenuta in Re-Cake 2.0 allora! Aspettiamo di vedere la tua torta nel gruppo

  • Reply
    wwayne
    13 Febbraio 2015 at 20:48

    Il tuo post mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’ anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’ anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno é festa, ogni giorno é Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti.

  • Leave a Reply