Dolci

Bounty 1 Parte

bounty-al-cocco-fatti-in-casa-ricetta

Bounty

 

Eccoci all’ultima parte della Trilogia snack da rifare che mi tenuto incollata a cioccolato, cereali, frolle…un durissimo lavoro, lo ammetto…bisogna studiare (ovvero assaggiare gli originali), destrutturare e riprovare!

Bè ora ci siamo, abbiamo finito…o quasi…

Quasi perché arrivata ai mitici bounty, mi è presa una vena salutista/dietetica, ora non dovete pensare che questi dolcetti non abbiano calorie né che facciano dimagrire, semplicemente ho evitato di utilizzare burro o panna, sono veramente semplicissimi e super veloci…attenzione perché sono velocissimi anche nella sparizione!

Il gusto è quello del Bounty, insomma, sanno di cocco e buon cioccolato…provateli perché sono fantastici!!

La Ricetta è una Non Ricetta dal momento che sono composti di 2 soli ingredienti la Meringa Italiana e Cocco disidratato e ovviamente buon Cioccolato al latte per Coprire!

Per la Meringa Italiana (unica cosa che prevede una lavorazione)

1 Albume (circa 48 g)

96 g di Zucchero semolato (il peso dello zucchero deve essere il doppio di quello dell’albume)

20 g di Acqua

Circa 150 g di Farina di Cocco (regolatevi in base al peso della meringa che otterrete, la farina di cocco deve superare il peso dell’albume di circa 10/15 g)

200 g di Cioccolato al Latte

Preparate la Meringa:

In un pentolino mettete acqua e zucchero e fate cuocere fino a quando lo sciroppo non raggiunge la temperatura di 121°C, mettete l’albume in planetaria e cominciate a montare e quando lo sciroppo sarà arrivato a temperatura versatelo a filo sugli albumi che stanno montando, continuate a montare fino a quando non si saranno raffreddati completamente.

Ora non vi resta altro da fare che unire la meringa al cocco disidratato e formare delle palline, se volete farli come me o dei piccoli cilindri se volete ricordare gli originali, per aiutarvi in questa preparazione inumiditevi le mani.

Mettete tutto in congelatore per una notte e la mattina dopo, sciogliete il cioccolato al microonde e ricoprite i vostri dolcetti al cocco, aspettate che il cioccolato si rapprenda e mangiateli!!!

Troppo Semplice? per la 2 Parte cercherò di complicare le cose allora!

Bounty 2

 

Giulia Antonini

Foodblogger per caso, la cucina è il mio training autogeno, se sono a dieta? Si ma non praticante.
Sono una SEO Copywriter ed una web contenent creator, in pratica scrivo, fotografo e registro video di cucina, ho lavorato per varie testate food e abbandonato più diete di quante ne abbia cominciate.

Potrebbe anche interessarti...

10 commenti

  1. te l’avevo detto!! noi li abbiamo spazzolati in 2 giorni!!!

  2. FATTI!
    Sono venuti bruttarelli (senza stampini) ma boni da morì!

  3. Dai, allora mettiti sotto… e crea! 😀
    Tanto a Natale NON si ingrassa!!! 😉

  4. Arroverà anche la seconda parte e ti avverto…stò studiando Duplo e Snickers!!!

  5. Aspettavo “a gloria”, come si dice dalle mie parti, i tuoi Bounty… e non sono rimasta delusa! 🙂
    Certo, adesso me ne mangerei un quintale, ma, comu giustamente dici tu, non è il caso per via delle calorie… 🙁
    Vabbè, uno… ma anche due o tre me li potrò concedere! 🙂

    Aspetto “a gloria” anche la seconda parte!!! 😀

  6. Circa 15 mini-Bounty (io ho usato lo stampo x cake pops classico)

  7. Più o meno quanti ne vengono con queste dosi?

  8. Peccato che finiscano subito! 🙂

  9. Buoniiiii!!
    Che favola questi mini bounty!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.