Knackebrod, il pane scandinavo con farina di segale

Knackebrod-ai-semi

Knackebrod, un nome quasi impronunciabile per un pane che finisce non appena esce dal forno…ovviamente sto parlando della nuova Re-Cake , la prima Re-Cake 2.0 del 2020 mica pizza e fichi…anche se i fichi e un buon crudo io su questi cracker non ce li vedo mica male!

Comunque per iniziare, buon anno! come avete passato le feste? io in un tour de force tra pandori e panettoni e sensi di colpa per i sopracitati pandori e panettoni, sto cercando di limitare i danni con camminate chilometriche con la cana al seguito e insalate ma la bilancia parla chiaro…sono stata miseramente sconfitta, dovrò porre rimedio il prima possibile, ma qui tra festività e compleanni abbiamo iniziato il 24 e finiremo il 10 gennaio…dovrò fare un miracolo per rientrare nei ranghi e soprattutto per riabituarmi a mangiare con criterio.

Comunque veniamo a noi e soprattutto a questi pani scandinavi, svedesi principalmente, sono un po’ dei cracker più che dei veri pani, non a caso non c’è l’ombra di lievito e sono croccanti, la loro caratteristica è la farina di segale nella ricetta che gli conferisce un sapore deciso e un colore scuro, noi abbiamo scelto una variante che fosse piena di semi, vi giuro che sono finite anche le briciole non appena sono usciti dal forno, io me li sono giocati per la cena del 24 dicembre e l’unico rammarico è stato quello di servirli soli come aperitivo e non averli accompagnati con del salmone affumicato che sarebbe stato veramente perfetto, un ottimo motivo per riprepararli quanto prima!

Ricordano nel sapore i pani che si trovano in Alto Adige, ma sono più croccanti, non a caso la parola knäcke è un suono onomatopeico che imita proprio il rumore del pane croccante che si spezza sotto i denti, si sposano bene sia con il salato, come con del salmone appunto, ma sono perfetti anche con una confettura, magari di frutti rossi, giusto per rimanere di ispirazione ikea…

Print Recipe
Knackebrod
I Knackebrod sono un pane croccante scandinavo, ne esistono varie versioni, ma tutte hanno la farina di segale nell'impasto, qui è arricchita con semi e farina di farro.
Knackebrod-scandinavi
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
40 Knackebrod
Ingredienti
  • 100 g di farina di segale integrale
  • 115 g di farina di farro
  • 25 g di fiocchi di avena
  • 2 e 1/2 cucchiai di semi di sesamo
  • 1 e 1/2 cucchiai di semi di lino
  • 4 cucchiaini di semi di girasole
  • 5 cucchiai di semi di zucca
  • 1 e 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 170 ml di Acqua
  • 80 ml di Olio extravergine di oliva
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
40 Knackebrod
Ingredienti
  • 100 g di farina di segale integrale
  • 115 g di farina di farro
  • 25 g di fiocchi di avena
  • 2 e 1/2 cucchiai di semi di sesamo
  • 1 e 1/2 cucchiai di semi di lino
  • 4 cucchiaini di semi di girasole
  • 5 cucchiai di semi di zucca
  • 1 e 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 170 ml di Acqua
  • 80 ml di Olio extravergine di oliva
Knackebrod-scandinavi
Istruzioni
  1. Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola (o in planetaria) e lavorate per poco, solo fino a ottenere un impasto compatto.
  2. Posizionate un foglio di carta forno su un piano di lavoro e rovesciateci l’impasto. Ricoprite con un altro foglio. Stendete l’impasto abbastanza sottile (circa 3 mm, ma se vi piace anche più sottile), quindi eliminate il foglio di carta forno superiore e, aiutandovi con quello inferiore, trasferite l’impasto su una placca da forno o una teglia molto grande (dividete l’impasto a metà, se per voi è più pratico).
  3. Cuocete a 200 gradi per 20 minuti, togliete dal forno e incidete l’impasto con la punta di un coltello affilato, formando dei rettangoli, dei quadrati o le forme che preferite. Rimettete il tutto in forno per altri 5 minuti, sfornate e fate raffreddare in teglia per 10 minuti, poi trasferite tutto su una gratella e fate raffreddare completamente.
  4. Conservate i cracker in barattoli o scatole a chiusura ermetica, a riparo dall’umidità.
Recipe Notes

Conservati in un barattolo ermetico i knackebrod durano per molti giorni.

INDICAZIONI PER PARTECIPARE
Potrete decidere se rifare la ricetta di Re-Cake 2.0 esattamente come proposta da noi o con delle personali varianti, reinterpretandola come desiderate. Dovrete però rispettare dei “paletti” decisi da noi.

QUESTO MESE DOVETE OBBLIGATORIAMENTE:

  • Utilizzare la FARINA DI SEGALE nell’impasto.
  • Utilizzare un MIX DI ALMENO 4 SEMI, anche se diversi da quelli scelti da noi.

QUESTO MESE POTETE VARIARE:

  • Tutto quanto non menzionato

PER COLORO CHE HANNO ALLERGIE, INTOLLERANZE O PROBLEMI CON DETERMINATI ALIMENTI, SONO CONCESSE TUTTE LE MODIFICHE DEL CASO

___________________________________________________

Noi l’abbiamo già testata, da oggi nei nostri blog potete trovare le nostre osservazioni, i suggerimenti e le curiosità in merito.

Ecco i link:

Alice: https://sinceramentealice.com
Alessandra: https://www.lacucinadiziaale.it

Admin-per-un-mese Monica del blog La cucina di Monica

Prelevate la locandina qui sotto e leggete il regolamento del gruppo:
https://www.facebook.com/groups/1100958140101179/

Pronti? Vi aspettiamo nel nostro gruppo Facebook! A proposito, se non lo conoscete, potete leggere il regolamento qui.

SARANNO VALIDE TUTTE LE RICETTE PERVENUTE ENTRO E NON OLTRE IL 30 GENNAIO 2020

No Comments

Leave a Reply